Serie A

La stagione 1929-30 rappresentò il principale spartiacque nella storia del torneo che, dalla precedente connotazione dilettantistica e frammentata in regioni, assunse un carattere del tutto unitario. Fu infatti adottata la formula del girone all’italiana, con incontri di andata e ritorno. Tale regolamento non ha, da allora, subito alcuna mutazione se non per quanto riguarda il numero di squadre: svoltosi principalmente con 16 o 18 squadre, dal 2004-05 il campionato accoglie un lotto di partecipanti esteso a 20 formazioni. Il sistema di assegnazione del punteggio prevede 3 punti per la vittoria, un punto a testa in caso di pareggio e nessun punto per la sconfitta. In caso di parità, per la formulazione della classifica finale vengono considerati i seguenti criteri: classifica avulsa, differenza reti degli scontri diretti, differenza reti complessiva, maggior numero di gol segnati, sorteggio. In precedenza, fino al 2005, era consuetudine disputare uno spareggio.

Al termine delle 38 giornate, la prima classificata vince lo Scudetto ed è ammessa alla Champions League. Anche le formazioni giunte dal secondo al quarto posto sono qualificate per la fase a gironi della competizione. All’Europa League partecipano invece 3 squadre: la quinta e sesta classificata oltre alla vincitrice della Coppa Italia. Quest’ultima si qualifica direttamente per i gironi, assieme alla formazione classificatasi al quinto posto: la sesta posizione dà invece accesso al secondo turno preliminare. Retrocedono in Serie B le ultime tre squadre della classifica, sostituite da altrettante formazioni promosse dal campionato cadetto.

Thomas Schirò, la speranza neroazzurra

"Mi chiamo Thomas Schirò e sono il cervello del centrocampo". Inizia così il video dedicato al capitano della primavera dell'Inter, nel marzo...

Cristian Ansaldi, il trattore granata

Uno dei giocatori più sottovalutati della nostra Serie A. L'arma segreta del Toro di Walter Mazzarri. Alla scoperta di Cristian Ansaldi, tra Ronco Scrivia e Torino.

Lautaro Martinez, l’uomo in più

L'uomo del momento in casa Inter. Il nostro giocatore del mese di Novembre. Gol, giocate, passaggi decisivi e tanta, tanta garra. Lautaro Martinez.

Il coraggio di cambiare idea

"Abbiamo fatto un mercato da 10, ci prendiamo la responsabilità di lottare per il primo posto".Carlo Ancelotti, 23 Agosto 2019

Spal: una crisi che parte da lontano e una via di fuga (quasi) invisibile.

A maggio la Spal otteneva la salvezza con parecchie giornate d'anticipo grazie alla vittoria per 0-4 sul campo del Chievo Verona.

Il primo furto, Genoa-Bologna

La squadra, i colori, lo stemma, i valori. Tutte cose che ogni tifoso di calcio porta con sé quando la domenica soffre...

Marco Brescianini, storia di un sogno rossonero

Il sogno di tutti quelli che iniziano a giocare a calcio. Un sogno portato avanti con dedizione e amore. La storia di...

Lo scugnizzo non è più bello a mamma sua

“Il problema è che Insigne deve capire cosa vuole fare da grande, perchè lui ha sempre avuto un atteggiamento di scomodità a...

La metamorfosi di Cristante

Anche se sei un giovane talento, non è detto che la tua carriera sia così semplice. Questo è quello che è successo...

Lettera al Capitano: auguri Javier

Nel giorno del compleanno di Javier Zanetti, questa lettera vuole raccontare le emozioni di un bambino che è cresciuto col poster del capitano in camera e la maglia numero 4 sulle spalle.