Fanta Football – Rafael Leao

Alla scoperta, in ottica Fantacalcio, di Leão, l'attaccante portoghese comprato dal Milan

161

La campagna acquisti del Milan si sta distinguendo per l’acquisto principalmente di giovani molto promettenti; uno di questi è l’attaccante portoghese proveniente dal Lille: Rafael Leão. Il centravanti classe 99’ ex di Sporting Lisbona potrebbe essere un buon acquisto per le vostre squadre del fantacalcio, proviamo ad analizzare perché:

Titolare e assenza di coppe: come risaputo il Milan è stato escluso dall’Europa League, quindi in campionato mister Giampaolo dovrebbe effettuare poco turnover. Un altro fattore importante da considerare è il fatto che Giampaolo gioca con due punte, una di queste sarà sicuramente il pistolero Piatek e l’altro posto dovrebbe essere occupato proprio da Leão, anche perché al momento nella rosa del Milan non c’è un’altra prima punta.

Talento cristallino e fisico impetuoso: il giovane centravanti non è ancora una macchina da gol, da considerare però che ha solo 20 anni. Il ragazzo ha messo in mostra un talento cristallino: ha un buon controllo palla, si esalta nei dribbling in velocità ed è abile a saltare l’uomo, infatti potrebbe giocare senza problemi come ala a piede invertito. Ha un fisico molto importante che ricorda vagamente Adriano nei primi anni nerazzurri: è infatti alto 1.88 cm per un peso di 81 kg.

L’anno dell’exploit: Leão ha disputato solo due stagioni nel calcio dei grandi, nella prima stagione ha giocato tre partite con la maglia dello Sporting Lisbona segnando un goal, mentre il secondo anno, nel quale ha giocato per il Lille, è entrato in campo 24 volte mettendo a segno 8 reti. Viste queste statistiche sono in molti, in primis dirigenza e allenatore rossoneri, a pensare che questo possa essere l’anno del “boom” per il giovane portoghese, considerando il fatto che per la prima volta dovrebbe giocare titolare per tutto il campionato, ma reggerà la pressione?

L’attenzione alle palle ferme: Mister Giampaolo è un allenatore molto attento ai dettagli, in particolar modo agli schemi su palla ferma. Data la stazza fisica del giovane portoghese e la sua notevole elevazione Leão potrebbe risultare molto pericoloso in queste situazioni.

-La convivenza con Piatek: Rafael Leão si troverà a giocare al fianco di Piatek: una vera prima punta che difficilmente dialoga con i compagni. Secondo la nostra redazione il rapporto tra Leão e Piatek potrebbe ricordare quello tra lo stesso Piatek e Kouamè nella prima metà di campionato l’anno scorso a Genoa. Per questo ci aspettiamo dal giovane portoghese almeno 3 assist. Ma, data la sua capacità nell’attaccare la porta e gli spazi lasciati liberi dai movimenti dell’attaccante polacco, ci aspettiamo molti goal in più di Kouamè, almeno 10.

Le prime difficoltà: il giovane centroavanti rossonero nonostante le sue qualità potrebbe incontrare delle difficoltà: in primis nell’impatto con la Serie A e le sue difese molto tattiche, poi dovrà adattarsi al calcio di Giampaolo e infine riuscire a reggere la pressione di un club così importante e del suo primo anno da titolare . Nonostante questo noi restiamo fiduciosi su di lui.

In vista dell’asta: prenderlo o non prenderlo? Questo è il dilemma. La nostra risposta è prenderlo, ma con le giuste precauzioni. Sarà titolare nel Milan è vero ma non sarà ancora un bomber di razza deve crescere e maturare. È impossibile predire il futuro ma secondo la nostra redazione potrebbe arrivare a segnare tra gli 8 e gli 11 goal accompagnati da qualche assist. Il nostro consiglio è di prenderlo come secondo o terzo slot, tutto dipende da chi sarà il vostro top; la spesa dovrebbe essere come quella di un titolare di una squadra di media classifica: 35-45 crediti, con una base d’asta di 500. Un consiglio particolare questa volta è per i nostri lettori che giocano con le riconferme: prenderlo senza pensarci due volte.