La Roma con tantissimi alti e bassi in questa stagione, è ancora in corsa per la Champions League. Con la speranza di centrare la massima competizione europea, Pallotta e soci già pianificano la prossima stagione. Infatti, la società giallorossa sembra essere molto vicina alla chiusura di una trattativa importantissima. Stiamo parlando di quella che porterà Antonio Conte sulla panchina romanista.

Secondo quanto appreso dalla nostra redazione il tecnico italiano ha varie proposte in mano, ma la Roma lo ha conquistato. L’ex ct azzurro è particolarmente attratto dall’offerta giallorossa, sia economia sia come progetto. Pallotta infatti, è intenzionato ad offrire un ricco contratto a Conte, circa 8 milioni a stagione e un progetto che si baserà sulla costruzione di una squadra forte con cessioni limitate il più possibile e, nel giro di poco tempo, mettere in bacheca un trofeo che manca da troppo tempo a Trigoria.

Dalla sua l’allenatore pugliese ha fatto varie richieste tra cui lavorare con Dzeko, Zaniolo e Manolas. Sono questi tre giocatori da cui Conte vuole ripartire. L’attaccante bosniaco sembrava in partenza la prossima estate invece, adesso lo scenario è totalmente cambiato: il numero 9 guiderà l’attacco giallorosso ancora una stagione. Zaniolo invece, dopo l’esplosione in questa stagione, è ambito da molte big europee. La Roma però non intende assolutamente privarsene e, a fine stagione, offrirà il rinnovo per un altro anno con conseguente adeguamento. Anche il centrocampista non vuole lasciare la capitale per questo la trattativa sembra solo una formalità. Capitolo Manolas. Il difensore sta benissimo a Roma, si sente al centro del progetto romanista, ma le varie proposte che gli sono arrivate sono particolarmente ricche. Per questo, insieme al suo agente Mino Raiola, si incontrerà con la società capitolina per discutere del rinnovo, dell’adeguamento e anche della clausola rescissoria. Il greco al momento ha una clausola da 36 milioni, che la Roma vorrebbe eliminare o comunque alzare di molto visto il valore assoluto del giocatore.

Queste sono alcune delle condizioni dettate da Conte per allenare in giallorosso. Inoltre il tecnico è disposto ad accettare l’offerta romanista anche senza la Champions League. Come ha detto lui stesso, gli piacciono le sfide ecco perché non ha chiesto di vincere subito. Vuole un progetto che gli permetta di lavora con persone a lui fidate e avendo ampi poteri. Qui scende in campo Gianluca Petrachi. Il direttore sportivo del Torino, dopo il botta e risposta pubblico con il presidente Cairo, è destinato a lasciare i granata a fine stagione. La Roma è in pressing da tempo sul dirigente e adesso anche lui, si è convinto dell’offerta del presidente Pallotta. Nelle prossime settimane ci sarà l’incontro tra i due per mettere nero su bianco il tutto. Petrachi è amico di Conte e l’idea di lavorare insieme piace tanto al tecnico italiano. Ma non solo il ds del Torino, un altro storico collaboratore dell’allenatore è pronto a sbarcare a Trigoria. Stiamo parlando del preparatore atletico Bertelli. La società romanista infatti, ha contatto anche lui e anche da lui ha ricevuto risposta positiva.

Carta bianca o quasi dunque per Antonio Conte alla Roma. Il numero uno giallorosso, James Pallotta, vuole vincere ecco quindi che ha deciso di puntare molto forte sul tecnico italiano. L’ex Chelsea, come detto, avrà un ingaggio importante, potrà lavorare con gente a lui fidata e la sfida che lo aspetta non gli mette paura, anzi è attratto proprio per la complessità di questa. Tutte le strade portano Conte a Roma.

Tommaso Prantera (@T_Prantera)